I segreti delle ragazze russe e i loro rapporti con gli uomini italiani

venerdì, dicembre 30, 2005

Felice 2006 a voi e all'Italia

Un breve post per augurarvi un felice 2006!
Che tutti i vostri desideri si possano realizzare e che anche il vostro Paese, paese che mi ospita e che amo, possa risollevarsi un poco dopo questi terribili anni di governo barzelletta e ladruncoli di quartiere!

mercoledì, dicembre 21, 2005

Un libro sulla Russia

Di tanto in tanto, cercherò di segnalare libri sulla Russia che ho letto e mi sono piaciuti. Il primo è "e da Mosca è tutto" di Anna Zafesova. Parla di tante cose in brevi capitoli leggibili anche separatamente. Parla dei giovani russi, di come gli oligarchi hanno fatto i soldi, delle case russe, delle stragi in Cecenia. Chiunque abbia anche un minimo interesse nella Russia (e chi cerca una donna russa dovrebbe averlo!) lo troverà interessante. Non è scritto benissimo, ma i grandi contenuti fanno dimenticare qualche peccato di forma. Su IBS, lo trovate. qui .

giovedì, dicembre 15, 2005

Conoscere una ragazza russa: risorse.

E' possibile conoscere donne russe senza dover pagare nulla alle agenzie, e con un minor rischio di truffa.
Ci si può rivolgere ai siti di dating gratuiti. Certamente, è più difficile. Ma se ci si avvicina alle agenzie con l'idea di comprare la donna (vedi post del 29 novembre), allora rivolgersi a risorse gratuite è conveniente.
Oggi vi segnalo due siti ai quali è possibile registrarsi senza pagare nulla. Li ho già aggiunti fra i link del mio sito ragazze russe .
Il primo è znakomstva . E' in russo, ma per registrarsi seguite questa procedura facile facile: cliccate sulla crocetta biancoverde sulla sinistra. Nella pagina che si apre dovete riempire i campi. In ordine sono: login, password (due volte), email, nickname scelto. Quindi dovete selezionare il sesso (se siete un uomo cliccate in alto), la data di nascita. Fate un tick su chi desiderate conoscere (il campo donna è in basso).
Finite con il codice di controllo e con l'accettare le norme contrattuali.
Il secondo sito è in inglese e vi verrà ancora più facile. E' freepersonals .
Un consiglio: scrivete le vostre prime lettere in russo!!
Vi costerà pochissimo tradurre poche righe, e spiccherete fra i mille.
D'altra parte dovete pensare che una ragazza bella riceve centinaia di lettere. Secondo voi quali leggerà prima? Quelle nella sua madrelingua, o le altre?

sabato, dicembre 10, 2005

Le donne non capiscono.

"Come vanno le cose?" domandai "Il popolo è cosciente, dico, è progressivo?"
"Il popolo lo è. Come vuoi che non lo sia".
"E le donne?"
"Anche le donne sono progressive. Non c'è proprio nulla da ridire".
"Ma ce l'hanno una coscienza politica?"
"Per dire il vero, non tutte. Anzi, si fa presto a contarle sulle dita. Per dire il vero, sono poche ad avercela. Ce n'era una qui... ma non si può dire come finirà"
"E perché, poi?"
"Ma..." disse Jegorka con fare dubitoso " Il marito è una bestia. Si chiama Vassilj Clopov. E' svelto con le mani. Per la minima sciocchezza le lascia andare sulla moglie. La picchia".
"E lei non fa nulla? Non protesta?"
"Caterina? No, Caterina non sta zitta. Dice: 'sei nel torto, Vassilj, battimi meno. Non sono più i tempi".
"Perché non va dal Soviet?"
"E che vuoi che faccia il Soviet? Ella ci andò, infatti. Le dissero che aveva fatto bene a cercare la loro assistenza. 'Il problema della donna' - dissero - 'è uno dei più importanti. Divorziati.' Ma ella non volle divorziare; diceva che voleva aspettare, perché il divorzio, com'è oggi, non le piaceva. Portò pazienza finché poté. Poi andò in città e comprò delle pillole. Ne prendeva una e l'altra la scioglieva nel tè del marito. Egli non smise di picchiarla. Cominciò a sciogliere due pillole nel tè e due le prese lei. Le botte continuarono. Alla fine inghiottì sei pillole di colpo, si mise a letto e non fu più capace di alzarsi. Fa pena. Era l'unica donna di questi paraggi che avesse una coscienza politica. Non si sa come finirà".
"E le altre donne?"
"Le altre sono peggio. Una andò in tribunale perché il marito l'aveva bastonata. Il marito venne condannato a pagare cinque rubli di multa. Ma adesso è la donna che piange e si dispera, perché non sa dove andare a prendere i cinque rubli. Un'altra ho ottenuto il divorzio. Suo marito è felice: si sa, d'inverno una bocca di meno da sfamare..."
"Male" - dissi io.
"Male" - confermò Jegorka. "Gli uomini da noi capiscono le cose: sanno il come e il perché, ma le donne sono troppo indietro".
"Male" - ripetei e guardai il mio interlocutore con più attenzione.
Il suo vestito era a brandelli. Dai foderi della stoffa spuntava una fodera ingiallita.

Da Michail Zoscenko, Novelle moscovite, Passigli editore 1922

venerdì, dicembre 09, 2005

Perché cercano marito all'estero?

Perché le donne russe cercano marito all'estero? Beh, la risposta sembra semplicissima: nella ex URSS non sono soddisfatte della propria vita affettiva e non hanno grandi probabilità di trovare un marito russo che le rispetti e le sappia amare.
Gli uomini russi sono spesso persone interessanti, ma non bravi mariti. Non esiste una tradizione familiare in Russia, e gli uomini si comportano secondo gli usi della società in cui sono cresciuti.
Le ragazze russe non hanno problemi a trovare fidanzati quando hanno vent'anni. E' più tardi che sorgono i problemi. I bravi uomini si sposano presto, e difficilmente divorziano per tornare sul mercato. Gli altri non potranno mai essere bravi mariti. Per una donna di trent'anni, è quasi impossibile trovare un marito russo coetaneo o più anziano.

I motivi sono essenzialmente due.
Primo, l'alcol. Il numero di uomini russi alcolizzati è altissimo, e la vita media non supera i 57 anni per questa ragione. Le donne vivono molto più a lungo.
Secondo, la sproporzione demografica. Nella ex URSS ci sono molte più donne che uomini. La Lettonia, ad esempio, sta nel guinness dei primati per questo motivo. 100 donne per 88 uomini, e di questi 88 i pochi bravi sono sposati, e una buona metà sono alcolizzati.

Inoltre, argomento quasi tabù, nella ex URSS esiste una forte discrimazione sessuale. Non esiste uguaglianza, e la violenza sulle donne è un problema grave e diffuso.
La violenza sulle donne sarebbe un reato, ma in realtà è largamente tollerata.
A Mosca, una indagine ha mostrato che un terzo delle donne divorziate erano state picchiate dal marito. Spesso, quelle non divorziate non parlano. Si stima che le denunce non superino l'1% dei casi.

La scelta dell'uomo straniero è dunque una scelta quasi obbligata.

martedì, dicembre 06, 2005

Non vi risponderà mai.

"ciao carina la foto se sei te veramente!!! io lavoro A FIRENZE HO LA RAGAZZA CERCO DIVERTIMENTO PARALLELAMENTE SE TI VA TI MANDO QUALCHE FOTO SONO MORO 1,78 OCCHI BLU BEL FISICO...HO LAVORATO NELLA MODAE NELA PUBBLICITà.....SE TIVA CI POSSIAMO CONOSCERE...FATTI SENTIRE COSì TI MANDO UN Pò DI FOTO MIE E MI DICI CHE NE PENSI...
TI LASCIO IL MIO MSN
XXXXX@HOTMAIL.IT
ASPETTO TUE NOTIZIE"


"Ciao, sono un ragazzo 40 anni di bg, credo dotato d'intelligenza e simpatia, amante delle situazioni altamente trasgressive sempre restando nel buon gusto. Cosa dire, credo di essere una persona normale con impegni, interessi e divertimenti come penso tutti, ma che adora aggiungere un pizzico di trasgressione alla vita di tutti i giorni o quando le circostanze lo permettono. Come sono biondo, occhi azzurri, preparatore atletico, mi ritengo una persona decisa"


"ciao mi chiamo XXXXX sono interessato al tuo annuncio fatti sentire"


"ciao mi farebbe piacere conoscere ragazze ....
la mia email che e anche indirizzo msn è
xxxxx@hotmail.it
contattatemi non ve ne pentirete"


Sono lettere reali, non le ho inventate.
Lettere scritte in queste modo sono la garanzia perfetta per non avere nessuna risposta. Leggetele e non dimenticatele.

PS: Mi ha scritto una giovane ragazza russa, di nome Svetlana. Anche lei abita in Italia e ha appena aperto un blog. Visitatelo, e fatele gli auguri. Fra qualche giorno compie 18 anni. E' qui: le avventure di Svetlanka .

lunedì, dicembre 05, 2005

Il mito dell'età.

Vi capiterà spesso di leggere - sui cataloghi - di ragazze russe di vent'anni che cercano marito, e che - nel campo età - scrivono da 30 a 60 anni, o qualcosa di simile.
Ma davvero una ragazza di vent'anni può desiderare un uomo di sessanta?
Diciamolo chiaramente: no.
Queste ragazze non sono disperate, tranne rari casi. Stanno solo cercando un principe azzurro, perché le ragazze russe sono sognatrici. E nella Russia di oggi è difficile trovare un principe azzurro.
E allora perché scrivono così?
Beh, in realtà non scrivono così. Sono le agenzie che le convincono a scrivere così.
"Dai, Svetlana, scrivi: 'fino a sessanta anni', che ti importa? Poi le lettere le cestini!"
E intanto gli uomini di sessant'anni hanno pagato per l'indirizzo di Svetlana e l'agenzia ha fatto i suoi soldini...

Tuttavia è vero che una differenza di età notevole è tollerata, spesso desiderata. A volte quindici anni non sono un problema, anche se una decina sono la normalità.
E, in genere, più è alta l'età della donna, più piccola sarà la differenza d'età tollerata.

Il fatto è che le donne russe crescono in fretta. Una giovane russa di vent'anni ha la maturità che, generalmente, un'italiana non raggiunge a trentacinque. Mentre le ragazze italiane di vent'anni sono bambine, le russe a quest'età pensano già ad avere una famiglia. Nella ex URSS ci si sposa ancora prima dei venticinque anni, cosa che in Italia è diventata eccezionale.

Dunque, attenzione all'età! Mai fidarsi di quello che scrivono le agenzie... Siate realisti! Se avete trent'anni, cercate fra le ventenni. Ma se ne avete quaranta, magari partite da ventotto.

venerdì, dicembre 02, 2005

Prima di trovare una donna russa.

Prima di trovare una donna russa è opportuno sapere qualcosa del suo carattere, della sua cultura, delle sue aspettative. Certamente ogni donna fa storia a sé, ma le donne russe condividono molte caratteristiche. Generalizzare può essere sbagliato, ma è alla base della conoscenza umana. E dunque, cercate di sapere più possibile su queste donne così diverse dalle vostre connazionali. Questo è lo scopo primario del mio sito web . Leggetelo, e solo dopo cercate una fidanzata russa. Molte cose potranno sorprendervi, ma le vostre chance cresceranno moltissimo. Ho conosciuto decine di uomini che hanno fallito per banali incomprensioni.
E se avete domande, non esitate a contattarmi! Saranno le vostre domande a creare la sezione faq di ragazzerusse.org !

giovedì, dicembre 01, 2005

Dicembre a Riga?

Ecco una idea eccellente. Riga, capitale della Lettonia, è una città splendida. Ha un centro storico che è un piccolo gioiello, anche se inquinato da orde di nuovi ricchi cafoni che posteggiano ovunque le loro orrende bmw e mercedes. Soprattutto, a Riga ci sono molte più donne che uomini, e mentre gli uomini passeggiano ubriachi, le donne più belle del mondo sfilano elegantissime lungo le vie centrali. Riga è facile da raggiungere dall'Italia con voli low cost. Ryanair e Easyjet volano all'aeroporto di Riga. Talvolta vendono i voli al solo prezzo delle tasse. A volte persino Czech Airlines e British Airways fanno ottimi prezzi. E allora cosa attendete? Volate a Riga a dicembre, quando c'è tanto freddo e non ci sono le migliaia di italiani che la affollano d'estate.