I segreti delle ragazze russe e i loro rapporti con gli uomini italiani

martedì, febbraio 21, 2006

Siate sicuri di scrivere a una donna!

Purtroppo il mondo delle agenzie matrimoniali (russe e non) è popolato da centinaia, forse migliaia, di persone poco serie il cui unico obiettivo è quello di rubare i vostri soldi.

Come fare per evitare di essere truffati?

Se volete scrivere a una donna tramite agenzia, in generale è meglio scegliere agenzie che assicurano lo screening delle ragazze. E' difficile capire quali sono, ma una sede nella ex Unione Sovietica è fondamentale. Come pensate che possano controllare le ragazze se la loro unica sede è a Milano o a Washington?

Utilizzando queste agenzie il rischio si riduce, ma non scende a zero.

Perché riuscirete ad evitare i truffatori che si iscrivono alle agenzie, ma potreste invece trovare una intera agenzia fatta di truffatori. In questo caso, una sede in Russia non vuol dire nulla.

Come fare allora?
Usate il buonsenso. E non innamoratevi di una fotografia.

Capita spesso che truffatori professionisti non abbiano il tempo di scrivere a tutte le potenziali vittime. Sappiate riconoscere lettere standard, uguali per tutti, magari scritte anni prima. Alla larga!

Scrivete e pretendete che vi scrivano lettere molto personali. Se le lettere puzzano di preconfezionato, la truffa è dietro l'angolo.

La regola aurea è comunque sempre quella: MAI MAI e ancora MAI mandare denaro a una fotografia! Se la ragazza vuole venirvi a trovare, e sentite di avere fiducia, compratele piuttosto il biglietto aereo, o meglio: andate voi a trovarla. Quando l'avrete incontrata, potrete mandarle denaro.

Altro piccolo consiglio che mi sento di darvi: evitate di acquistare gli indirizzi e dunque di scrivere alla ragazze russe che vi sorridono dalla homepage del sito dell'agenzia. Sono senz'altro le più belle, ma riflettete un attimo: se stanno in vetrina per mesi, allora forse sono solo uno specchietto per allodole, e se anche l'agenzia le cambia spesso, quante migliaia di lettere pensate che comunque ricevano per pochi giorni in homepage? Cercate nelle pagine interne, e avrete più chances.

venerdì, febbraio 03, 2006

Donne russe, divorzi e figli

Una domanda che mi viene spesso rivolta via email è la seguente: ma perché tante donne russe sono divorziate, e spesso hanno figli a carico?
Qual è la causa di questi divorzi e che ruolo hanno oggi i padri di questi figli?

Intanto va detto che il numero di divorzi in Russia è più alto che nel mondo occidentale. E che per una donna divorziata è molto difficile trovare un nuovo partner russo. Non solo, molte donne rimangono scioccate e terrorizzate dal loro marito russo, così tanto da non desiderarne un secondo.

Abbiamo già scritto della discriminazione verso le donne in Russia. E' una cosa ancora attuale, anche se certamente con il tempo la situazione va migliorando. Uomini ubriachi che picchiano la moglie, tradimenti, abbandoni sono all'ordine del giorno e quasi sempre impuniti.

La prima ragione per i divorzi russi è probabilmente la tenera età in cui ci si sposa. Non è raro che, finita la scuola, due giovani convolino a nozze.
A diciotto anni tutto sembra filare liscio. Ma a quell'età tutto cambia in fretta, e così si finisce per divorziare. Alcol e abusi sono probabilmente una stupida valvola di sfogo per una vita insoddisfacente anche dal punto di vista sentimentale.

Le donne che divorziano e che rimangono con figli possono avere problemi economici: i mariti non sono costretti a pagare, visto che quasi sempre lavorano in nero, e in generale scompaiono senza più rivedere i bambini.

Dunque, una donna russa sarà disposta ad andare all'estero per conoscere un nuovo partner anche se ha dei figli a carico. Anzi, sarà per lei una opportunità quasi insperata di rifarsi una vita. E non si porrà problemi, se la cosa dovesse andare bene, a trasferire l'intera famiglia.