I segreti delle ragazze russe e i loro rapporti con gli uomini italiani

sabato, febbraio 17, 2007

Mailbag dopo raiuno, parte 1

Pubblico, a puntate, alcune delle mail che ho ricevuto. Le più interessanti, per un motivo o per l'altro.

Buongiorno,
andiamoci piano in Italia con le donne "russe"....!!!
Tenendo conto che al novantacinque per cento 95%
si tratta di vedere i loro documenti dopo la caduta dell'URSS....tutte queste personne lei compresa che si dicono russe...lo erano prima...ma dopo...sono ridiventate ucraine,moldave,caucasiche,turkmene,uzbeche,(ove vivono minoranze russe ma con documenti locali...quindi quando vengono in Italia è raro come le mosche bianche che costoro abbiano in effetti i documenti di identità dell'attuale Russia !
Non dirmi che non è vero !
Parla l'ucraino elena che ti conviene..
priadna poznakomitza e sdrastuiti (russo carattere latino)e non fatevi passare per russe .....!!!!Saluti
Non mandarmi spam ne virus per favore e non diffondere il mio indirizzo e-mail.
Ivanuska duracciok....


Perché dovrei parlare ucraino, lingua che non conosco, poi è un mistero.
Risaliamo un po' la china con una lettera intelligente:

Lei ha effettivamente ragione: é nella natura degli esseri viventi cercare di migliorare il proprio status, specialmente se si vive in condizione non proprio felici e l'unica possibilitá per uscirne é la propria età giovane e/o la forza di volontá spinta da un'energia per strappare un pó di benessere a persone che ne hanno (troppo) e lo gestiscono non sempre proprio in modo esemplare...
Ora, anch'io punterei l'indice non sulle persone provenienti da altri paesi ma su questi "italianucci" di veramente basso rilievo (culturale, sociale, etc.) aggrappati al materialismo piú volgare e peró anche a queste donne italiche tele-dipendenti, superficiali, con un sex-appeal sbriciolato nell'emulare i maschi giá di per sé in crisi, donne che cercano di appropriarsi di ruoli sociali riformisti e "depotenziando" gli stimoli dei compagni piú "sensibili".
La societá italiana si trova giá da alcuni anni in una fase di degrado culturale ed intellettuale acuto e molto preoccupante e probabilmente non riuscirá a superare facilmente le sfide del futuro e allora io dico: ben vengano le popolazioni (femminili e non) che riusciranno a smuovere le acque "putride".


Un altro lettore:

Perfettamente d'accordo con Lei, gent.ma Elena. Le posso assicurare che in Italia ci sono tante piccole "Montecatini", molto meno chic, dove si ripete lo stesso copione: solo che le mogli abbandonate anziché scrivere ai giornali ne parlano al mercato o, come nel mio caso, in banca, dove il malfattore le ha lasciate con un conto svuotato.
Però anche le italiane, benedette donne... certo, contro un paio di coscie lunghe 150cm e due occhi azzurri c'è poco da fare: possibile che non sappiano proporre altri argomenti, altrettanto validi? In fondo questi patetici 50-70enni chiedono fondamentalmente di essere più considerati (e le cacciatrici dell'est sanno fingere bene). Non sarà che è più comodo recitare la parte della moglie tradita invece di quella della moglie che si ingegna per dimostrare ancora quanto vale? So bene che mi si potrebbe rispondere che anche gli uomini DOVREBBERO considerare di più le loro mogli, ma con la guerra in atto non c'è tanto spazio per la dialettica e la disquisizione sull'equilibrio diritti-doveri nella coppia.
Tristi saluti da un paese sempre meno vivibile.


E oggi chiudiamo con:

Cara Elena,
[...Se in Italia ci sono settantenni che fanno i galletti con le ragazzine e poi le mogli devono scrivere ai giornali, la colpa è del settantenne o delle ragazzine?...]
La risposta mi sembra chiara e lampante: DELLE MOGLI!
;-)
Ciao


PS: abbiate pazienza, le lettere sono centinaia. Piano piano cerco di rispondere a tutti.

10 commenti:

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Permetti, Elena, che possa rispondere all'"intelligente" lettera del tizio (o della tizia) che declama cio' che andrebbe scritto in cirillico con lettere latine?

quindi quando vengono in Italia è raro come le mosche bianche che costoro abbiano in effetti i documenti di identità dell'attuale Russia

Perche' raro? (tante faccine perplesse)
Cosa c'e' di raro in una moscovita che non ci sia in una turkmena o in una uzbeka piuttosto che in una ucraina o una bielorussa?

La rarita' risiede dove? Nel colore del passaporto?

E perche' poi le russe dovrebbero piu' essere rare rispetto alle uzbeke?

Io credo che in Italia ci siano molte piu' russe (della Santa Madre Russia) che non uzbeke o turkmene.

Chissa' se questa persona l'ha mai vista dal vero una uzbeka.

Non mi spiego il senso di questa sua email "accesa"... non comprendo cosa voglia dimostrare.

Forse vuol solo dimostrare che conosce qualche parolina di russo scritta con lettere latine?

l'oste ha detto...

macché lettera intelligente, una donna giovane che soffia il marito ad un'altra per "miglorare la propria posizione" é solo un'arrampicatrice sociale!
E non creco che sia colpa delle donne italian che sono poco brave a tenere i mariti agganciati...
Cosa succederebbe secondo voi se le ventenni italiane andassero in Russia a puntare i vecchietti locali? Le vecchiette russe saprebbero opporsi?
Non succede solamente perché in Italia non c'é la miseria!
Saluti

Chiara di Notte (Klára) ha detto...

Elena, perche' non aggiorni piu' il tuo blog?

Era interessante.

elena ha detto...

ho letto con molta attenzione il suo sito e il suo blog. lei dipinge le donne italiane come poco intelligenti rispetto alle russe (una donna che vive molti anni a mosca non imparerà mai il russo), come donne brutte, sciatte, sgraziate. perennemente in crisi stupide. lei sposando un italiano ha acquisito la cittadinanza italiana. e lei dice cose altamente offensive e discriminatorie nonchè denigratorie nei confronti di noi cittadine italiane, e di tutti gli italiani che con le donne italiane ci vivono benissimo e anche nei confronti degli uomini italiani che cercano donne russe, visto che le loro madri sono italiane. io ho una grande passione per la Russia, la cultura e l'arte russe, nonchè il cinema e conosco via chat e non moltissime persone sia russe che ukraine. le garantisco che nessuna donna italiana che vivrebbe in Russia, o in qualsiasi altro paese che l'ha accolta, sarebbe così maleducata e irriconoscente verso la comunità in cui vive da permettersi di offendere pubblicamente le cittadine del paese ospitante.lei forse qua può farlo perchè l'Italia è un paese fin troppo esterofilo ed è permesso poter dire veramente di tutto, sicuramente molto più che in Russia. mi creda, nn credo che in Rusia permetterebbero mai che una persona straniera parlasse così dei russi e delle russe come lei fa delle italiane.saluti.

Anonimo ha detto...

Finalmente qualcuno che dice la realtà.
Ciao elena

elena ha detto...

grazie :D

Anonimo ha detto...

io sono una di quelle "stupide" mogli italiane che forse, sai dopo 30 anni di vita e di amore donati al proprio marito, nonchè padre dei suoi tre figli, credeva che il suo matrimonio sarebbe finito solo quando lo avesse voluto Dio! E' bastato invece che una donna ucraina abbia circuito un pò il mio uomo! E' proprio vero che ci sanno fare, con la falsità e con l'inganno! Auguri a mio marito! Quando aprirà gli occhi, non mi troverà ad asciugargli le lacrime per la delusione, ma non sarà mai grande come la delusione che sto provando io e le sue lacrime non saranno mai tanto amare come quelle che sto versando io per il nostro amore che "loro" hanno fatto morire!

Anonimo ha detto...

Ho donato ormai 26 anni della mia vita a mio marito tra fidanzamento e matrimonio, eppure un anno fa cominciava la sua storia con una di queste ....nn so neanche come chiamarle. Sono donne abili a tutto tondo, riescono a circuire uomini di tutti i ceti, intelligenti e non.Sembra che li droghino da tanto è irrefrenabile il desiderio per loro. Se li portano fino al loro paese, così è capitato a me. Abbandonata con tre figli. Alla fine breve fuga, è tornato, l'ho ripreso, ma... i sogni ormai infranti, l'umiliazione come donna e lo strazio inconsolabile. Mi possono venire a raccontare quello che vogliono, non mi impietosisco per la loro vita, loro non hanno pietà per la nostra.

Anonimo ha detto...

IMPARANO DA GIOVANISSIME A CIRCUIRE GLI UOMINI CON TATTICHE FEMMINILI....

Unknown ha detto...

Vivo con una Donna Bielorussa e devo dire che le sue parole sono giuste, purtroppo lo hanno nel DNA questa cosa è anche causa della dittatura che vivono nel loro base la quale ha tolto molto ma molto dentro rendendole anche fredde in molti aspetti umani all'interno della famiglia stessa. Ps Mi Chiamo Giancarlo Marco D. Non voglio fare l'anonimo.