I segreti delle ragazze russe e i loro rapporti con gli uomini italiani

venerdì, dicembre 30, 2005

Felice 2006 a voi e all'Italia

Un breve post per augurarvi un felice 2006!
Che tutti i vostri desideri si possano realizzare e che anche il vostro Paese, paese che mi ospita e che amo, possa risollevarsi un poco dopo questi terribili anni di governo barzelletta e ladruncoli di quartiere!

mercoledì, dicembre 21, 2005

Un libro sulla Russia

Di tanto in tanto, cercherò di segnalare libri sulla Russia che ho letto e mi sono piaciuti. Il primo è "e da Mosca è tutto" di Anna Zafesova. Parla di tante cose in brevi capitoli leggibili anche separatamente. Parla dei giovani russi, di come gli oligarchi hanno fatto i soldi, delle case russe, delle stragi in Cecenia. Chiunque abbia anche un minimo interesse nella Russia (e chi cerca una donna russa dovrebbe averlo!) lo troverà interessante. Non è scritto benissimo, ma i grandi contenuti fanno dimenticare qualche peccato di forma. Su IBS, lo trovate. qui .

giovedì, dicembre 15, 2005

Conoscere una ragazza russa: risorse.

E' possibile conoscere donne russe senza dover pagare nulla alle agenzie, e con un minor rischio di truffa.
Ci si può rivolgere ai siti di dating gratuiti. Certamente, è più difficile. Ma se ci si avvicina alle agenzie con l'idea di comprare la donna (vedi post del 29 novembre), allora rivolgersi a risorse gratuite è conveniente.
Oggi vi segnalo due siti ai quali è possibile registrarsi senza pagare nulla. Li ho già aggiunti fra i link del mio sito ragazze russe .
Il primo è znakomstva . E' in russo, ma per registrarsi seguite questa procedura facile facile: cliccate sulla crocetta biancoverde sulla sinistra. Nella pagina che si apre dovete riempire i campi. In ordine sono: login, password (due volte), email, nickname scelto. Quindi dovete selezionare il sesso (se siete un uomo cliccate in alto), la data di nascita. Fate un tick su chi desiderate conoscere (il campo donna è in basso).
Finite con il codice di controllo e con l'accettare le norme contrattuali.
Il secondo sito è in inglese e vi verrà ancora più facile. E' freepersonals .
Un consiglio: scrivete le vostre prime lettere in russo!!
Vi costerà pochissimo tradurre poche righe, e spiccherete fra i mille.
D'altra parte dovete pensare che una ragazza bella riceve centinaia di lettere. Secondo voi quali leggerà prima? Quelle nella sua madrelingua, o le altre?

sabato, dicembre 10, 2005

Le donne non capiscono.

"Come vanno le cose?" domandai "Il popolo è cosciente, dico, è progressivo?"
"Il popolo lo è. Come vuoi che non lo sia".
"E le donne?"
"Anche le donne sono progressive. Non c'è proprio nulla da ridire".
"Ma ce l'hanno una coscienza politica?"
"Per dire il vero, non tutte. Anzi, si fa presto a contarle sulle dita. Per dire il vero, sono poche ad avercela. Ce n'era una qui... ma non si può dire come finirà"
"E perché, poi?"
"Ma..." disse Jegorka con fare dubitoso " Il marito è una bestia. Si chiama Vassilj Clopov. E' svelto con le mani. Per la minima sciocchezza le lascia andare sulla moglie. La picchia".
"E lei non fa nulla? Non protesta?"
"Caterina? No, Caterina non sta zitta. Dice: 'sei nel torto, Vassilj, battimi meno. Non sono più i tempi".
"Perché non va dal Soviet?"
"E che vuoi che faccia il Soviet? Ella ci andò, infatti. Le dissero che aveva fatto bene a cercare la loro assistenza. 'Il problema della donna' - dissero - 'è uno dei più importanti. Divorziati.' Ma ella non volle divorziare; diceva che voleva aspettare, perché il divorzio, com'è oggi, non le piaceva. Portò pazienza finché poté. Poi andò in città e comprò delle pillole. Ne prendeva una e l'altra la scioglieva nel tè del marito. Egli non smise di picchiarla. Cominciò a sciogliere due pillole nel tè e due le prese lei. Le botte continuarono. Alla fine inghiottì sei pillole di colpo, si mise a letto e non fu più capace di alzarsi. Fa pena. Era l'unica donna di questi paraggi che avesse una coscienza politica. Non si sa come finirà".
"E le altre donne?"
"Le altre sono peggio. Una andò in tribunale perché il marito l'aveva bastonata. Il marito venne condannato a pagare cinque rubli di multa. Ma adesso è la donna che piange e si dispera, perché non sa dove andare a prendere i cinque rubli. Un'altra ho ottenuto il divorzio. Suo marito è felice: si sa, d'inverno una bocca di meno da sfamare..."
"Male" - dissi io.
"Male" - confermò Jegorka. "Gli uomini da noi capiscono le cose: sanno il come e il perché, ma le donne sono troppo indietro".
"Male" - ripetei e guardai il mio interlocutore con più attenzione.
Il suo vestito era a brandelli. Dai foderi della stoffa spuntava una fodera ingiallita.

Da Michail Zoscenko, Novelle moscovite, Passigli editore 1922

venerdì, dicembre 09, 2005

Perché cercano marito all'estero?

Perché le donne russe cercano marito all'estero? Beh, la risposta sembra semplicissima: nella ex URSS non sono soddisfatte della propria vita affettiva e non hanno grandi probabilità di trovare un marito russo che le rispetti e le sappia amare.
Gli uomini russi sono spesso persone interessanti, ma non bravi mariti. Non esiste una tradizione familiare in Russia, e gli uomini si comportano secondo gli usi della società in cui sono cresciuti.
Le ragazze russe non hanno problemi a trovare fidanzati quando hanno vent'anni. E' più tardi che sorgono i problemi. I bravi uomini si sposano presto, e difficilmente divorziano per tornare sul mercato. Gli altri non potranno mai essere bravi mariti. Per una donna di trent'anni, è quasi impossibile trovare un marito russo coetaneo o più anziano.

I motivi sono essenzialmente due.
Primo, l'alcol. Il numero di uomini russi alcolizzati è altissimo, e la vita media non supera i 57 anni per questa ragione. Le donne vivono molto più a lungo.
Secondo, la sproporzione demografica. Nella ex URSS ci sono molte più donne che uomini. La Lettonia, ad esempio, sta nel guinness dei primati per questo motivo. 100 donne per 88 uomini, e di questi 88 i pochi bravi sono sposati, e una buona metà sono alcolizzati.

Inoltre, argomento quasi tabù, nella ex URSS esiste una forte discrimazione sessuale. Non esiste uguaglianza, e la violenza sulle donne è un problema grave e diffuso.
La violenza sulle donne sarebbe un reato, ma in realtà è largamente tollerata.
A Mosca, una indagine ha mostrato che un terzo delle donne divorziate erano state picchiate dal marito. Spesso, quelle non divorziate non parlano. Si stima che le denunce non superino l'1% dei casi.

La scelta dell'uomo straniero è dunque una scelta quasi obbligata.

martedì, dicembre 06, 2005

Non vi risponderà mai.

"ciao carina la foto se sei te veramente!!! io lavoro A FIRENZE HO LA RAGAZZA CERCO DIVERTIMENTO PARALLELAMENTE SE TI VA TI MANDO QUALCHE FOTO SONO MORO 1,78 OCCHI BLU BEL FISICO...HO LAVORATO NELLA MODAE NELA PUBBLICITà.....SE TIVA CI POSSIAMO CONOSCERE...FATTI SENTIRE COSì TI MANDO UN Pò DI FOTO MIE E MI DICI CHE NE PENSI...
TI LASCIO IL MIO MSN
XXXXX@HOTMAIL.IT
ASPETTO TUE NOTIZIE"


"Ciao, sono un ragazzo 40 anni di bg, credo dotato d'intelligenza e simpatia, amante delle situazioni altamente trasgressive sempre restando nel buon gusto. Cosa dire, credo di essere una persona normale con impegni, interessi e divertimenti come penso tutti, ma che adora aggiungere un pizzico di trasgressione alla vita di tutti i giorni o quando le circostanze lo permettono. Come sono biondo, occhi azzurri, preparatore atletico, mi ritengo una persona decisa"


"ciao mi chiamo XXXXX sono interessato al tuo annuncio fatti sentire"


"ciao mi farebbe piacere conoscere ragazze ....
la mia email che e anche indirizzo msn è
xxxxx@hotmail.it
contattatemi non ve ne pentirete"


Sono lettere reali, non le ho inventate.
Lettere scritte in queste modo sono la garanzia perfetta per non avere nessuna risposta. Leggetele e non dimenticatele.

PS: Mi ha scritto una giovane ragazza russa, di nome Svetlana. Anche lei abita in Italia e ha appena aperto un blog. Visitatelo, e fatele gli auguri. Fra qualche giorno compie 18 anni. E' qui: le avventure di Svetlanka .

lunedì, dicembre 05, 2005

Il mito dell'età.

Vi capiterà spesso di leggere - sui cataloghi - di ragazze russe di vent'anni che cercano marito, e che - nel campo età - scrivono da 30 a 60 anni, o qualcosa di simile.
Ma davvero una ragazza di vent'anni può desiderare un uomo di sessanta?
Diciamolo chiaramente: no.
Queste ragazze non sono disperate, tranne rari casi. Stanno solo cercando un principe azzurro, perché le ragazze russe sono sognatrici. E nella Russia di oggi è difficile trovare un principe azzurro.
E allora perché scrivono così?
Beh, in realtà non scrivono così. Sono le agenzie che le convincono a scrivere così.
"Dai, Svetlana, scrivi: 'fino a sessanta anni', che ti importa? Poi le lettere le cestini!"
E intanto gli uomini di sessant'anni hanno pagato per l'indirizzo di Svetlana e l'agenzia ha fatto i suoi soldini...

Tuttavia è vero che una differenza di età notevole è tollerata, spesso desiderata. A volte quindici anni non sono un problema, anche se una decina sono la normalità.
E, in genere, più è alta l'età della donna, più piccola sarà la differenza d'età tollerata.

Il fatto è che le donne russe crescono in fretta. Una giovane russa di vent'anni ha la maturità che, generalmente, un'italiana non raggiunge a trentacinque. Mentre le ragazze italiane di vent'anni sono bambine, le russe a quest'età pensano già ad avere una famiglia. Nella ex URSS ci si sposa ancora prima dei venticinque anni, cosa che in Italia è diventata eccezionale.

Dunque, attenzione all'età! Mai fidarsi di quello che scrivono le agenzie... Siate realisti! Se avete trent'anni, cercate fra le ventenni. Ma se ne avete quaranta, magari partite da ventotto.

venerdì, dicembre 02, 2005

Prima di trovare una donna russa.

Prima di trovare una donna russa è opportuno sapere qualcosa del suo carattere, della sua cultura, delle sue aspettative. Certamente ogni donna fa storia a sé, ma le donne russe condividono molte caratteristiche. Generalizzare può essere sbagliato, ma è alla base della conoscenza umana. E dunque, cercate di sapere più possibile su queste donne così diverse dalle vostre connazionali. Questo è lo scopo primario del mio sito web . Leggetelo, e solo dopo cercate una fidanzata russa. Molte cose potranno sorprendervi, ma le vostre chance cresceranno moltissimo. Ho conosciuto decine di uomini che hanno fallito per banali incomprensioni.
E se avete domande, non esitate a contattarmi! Saranno le vostre domande a creare la sezione faq di ragazzerusse.org !

giovedì, dicembre 01, 2005

Dicembre a Riga?

Ecco una idea eccellente. Riga, capitale della Lettonia, è una città splendida. Ha un centro storico che è un piccolo gioiello, anche se inquinato da orde di nuovi ricchi cafoni che posteggiano ovunque le loro orrende bmw e mercedes. Soprattutto, a Riga ci sono molte più donne che uomini, e mentre gli uomini passeggiano ubriachi, le donne più belle del mondo sfilano elegantissime lungo le vie centrali. Riga è facile da raggiungere dall'Italia con voli low cost. Ryanair e Easyjet volano all'aeroporto di Riga. Talvolta vendono i voli al solo prezzo delle tasse. A volte persino Czech Airlines e British Airways fanno ottimi prezzi. E allora cosa attendete? Volate a Riga a dicembre, quando c'è tanto freddo e non ci sono le migliaia di italiani che la affollano d'estate.

martedì, novembre 29, 2005

Le donne russe non sono in vendita.

Chiariamo l'equivoco più grande e più stupido che avvolge il mito delle donne russe. Le donne russe non sono in vendita. Non esistono le "mail order brides", mogli da catalogo. Esistono, sì, migliaia di agenzie, più o meno serie, che vi vendono indirizzi di donne russe. Poi, conquistare il loro cuore è tutt'altro lavoro e non serve pagare. Molti uomini, per lo più stupidi, credono di acquistare, insieme al profilo, una moglie bella e disponibile. Nulla di più falso. Acquistato l'indirizzo, il lavoro è tutto da fare. Ed è il 99% del lavoro. Per questo il mio consiglio è, in generale, di non rivolgersi alle agenzie se non con uno spirito diverso: l'agenzia non vende la donna, vende l'indirizzo .
Ricordate: se il vostro atteggiamento è quello di aver comprato, il risultato sarà quello di essere mollati.
Gl indirizzi di ragazze russe si possono avere anche gratuitamente. Di questo parleremo diffusamente nei prossimi giorni.

domenica, novembre 27, 2005

Le donne italiane girano la testa?


Oggi voglio riportare una lettera inviata qualche tempo da Fabrizio Camisani alla rubrica Italians del Corriere della Sera on line. Parla delle donne italiane. Male. Vorrei sentire le vostre opinioni. Poi faremo un riassunto di tutto su ragazzerusse.org. Ecco la lettera:

Ciao Beppe,
mi renderò impopolare ma questo dibattito sulle donne (e uomini italiani) mi intriga. Voglio fare una cosa che in questi casi secondo me bisogna fare: generalizzare. Generalizzando, le donne italiane non mi piacciono, e sai perché? Perche' sono degli 'ibridi' e lo sono per convenienza. Non hanno assolutamente il livello di emancipazione, libertà', sessuale e non, coscienza del proprio valore che puoi trovare nella donna del Nord Europa o America, ma allo stesso tempo non hanno più nemmeno quel grado di femminilità che contraddistingue la donna latina con i pregi e difetti che ne conseguono. Entrano ed escono dai loro ruoli cambiando pelle secondo la situazione. In Italia si dà un'attenzione eccessiva alle donne, alle belle donne e questo si vede (Tv). Attaccare bottone con un'italiana può essere frustrante; se la nordica o l'americana hanno comunque l'educazione di risponderti, la latina lo fa per simpatia. L'italiana è l'unica, (ho visto scene allucinanti e non parlo di me che sono sposato e sono sempre stato un timido) di ragazze che davanti a richieste educate giravano semplicemente la testa, ignorando l'interlocutore, non mi dite che non vi è mai successo. Cosa le dà il diritto di essere maleducata? Il fatto di essere donna? Bella? Italiana? O forse è insicurezza? La donna italiana continua a considerarsi un premio, nella tradizione del femminino più puro e desueto, noi l'abbiamo messa su quell'altare dimenticando che è una persona come noi, con pregi e difetti, diritti e doveri. Lei su questo altare ci sta comoda. Sono sicuro che le donne italiane hanno più di un motivo per lamentarsi dei maschi, ma guardando la situazione dei miei amici, sposati e no, ed essendo all'estero da ormai 14 anni, devo dire che questa mia convinzione si è rafforzata. Probabilmente è un male sociale che non si puo' restringere solo al sesso femminile, ma le cose vanno male e bisognerebbe smettere di dare la colpa solo ai porci sciovinisti. Generalizzando trovo la donna italica: bossy, nevrotica, complessata, furba, viziata (ma questo è italiano), interessata più che interessante, immatura (anche questo italico) e in generale con idee poco chiare. Un dibattito mi interesserebbe, senza insulti please, in fondo ho generalizzato, e chi non si sente chiamata in causa non si dovrebbe arrabbiare: o no?
Fabrizio Camisani

E' davvero così? Le donne italiane girano la testa?


sabato, novembre 26, 2005

Sappiate resistere ai test.

La prima volta che uscirete con la vostra amica russa che voi vorreste trasformare in fidanzata o donna della vostra vita, potreste essere vittima di un test e perderla per sempre...
Le ragazze russe amano vestire in modo elegante. Questa è una verità innegabile.
Ma accade spesso che alla prima date vestano in modo eccessivamente provocante. La mia cara amica Oksana di Riga ha indossato una maglietta quasi completamente trasparente, e vedeste che tette che ha lei!, per il primo appuntamento con un uomo italiano che l'aveva contattata. L'uomo era un medico, bello e interessante, ma ha fissato le tette di Oksana per tutta la serata. Era un test, l'uomo ha perso la bellissima Oksana per sempre.
Dunque, attenti ai test e ai trucchi delle ragazze russe. Sono delle furbacchione. Si vestono per essere guardate, ma se le guardate troppo vi cancellano.
Concentratevi sugli occhi, sono sempre così belli!

giovedì, novembre 24, 2005

Sipario!

Il mio nome è Elena Ivanova. Sono nata in Russia, a Krasnodar. Ho sposato un uomo italiano e oggi vivo in Italia. Ho pensato e realizzato un sito web per aiutare tutti quegli uomini italiani che desiderano avere una relazione con una donna russa.

In Italia ho scoperto che sulle russe esistono centinaia di leggende, per lo più completamente inventate. Vorrei dare un contributo per sfatarle!

Se cercate su internet parole come ragazze russe o donne russe sarete sommersi di agenzie di ogni tipo. Ma prima di avventurarsi in una relazione a distanza così difficile per mille motivi è meglio conoscere qualcosa di queste donne così diverse dalle occidentali. Altrimenti, i malintesi distruggeranno il vostro rapporto.

Nelle mie pagine gli italiani che cercano una relazione con una donna dell'est troveranno molti consigli e un po' di storie che li aiuteranno a capire meglio le russe. Troveranno decine di segreti per avere un approccio e poi una relazione di successo, consigli su come scrivere lettere e su cosa regalare a una donna russa, troveranno molti miti, a cui forse oggi credono, sfatati.

Il sito ragazzerusse.org è ancora in fase di costruzione. Ciò non di meno, vi troverete molta informazione. Visitatelo, è il primo dei miei link, e scrivetemi!